Come Risparmiare sul Gas

Piccoli consigli su come abbattere i costi superflui del Gas! Il consumo del gas in ambito domestico è tra le spese che più incidono sulla gestione del bilancio familiare. Essendo questo tipo di utenza indispensabile e primaria, nella stragrande maggioranza dei casi, non ci si pone nemmeno il problema di poterne usufruire con maggiore attenzione… lo utilizziamo e poi paghiamo e basta!

In una ricerca globale di piccoli accorgimenti per risparmiare sulle utenze, ci accorgiamo però che fare economia anche sul gas in realtà è possibile rivolgendosi ad un gestore del gas professionale che abbia tariffe più accessibili e trasparenti, in modo di poter comparare la spesa odierna con un futuro servizio più economico.

Fatto questo primo indispensabile passo, per economizzare ulteriormente è necessaria anche un po’ della vostra attenzione nella pratica quotidiana. Dividendo l’utenza gas in tre comparti di alimentazione: fornelli, acqua sanitaria e riscaldamento ambiente, localizziamo con estrema facilità che il maggior dispendio di energia proviene in larga misura dal secondo e terzo punto (acqua sanitaria e riscaldamento ambiente).

A questo proposito diremo che una caldaia a gas, sicuramente è da preferirsi al classico boiler elettrico, perché essa a differenza di quest’ultimo (che risulta essere sempre acceso) consuma solo quando apriamo la mandata dell’acqua calda; inoltre una oculata regolazione della caldaia su di una temperatura di riscaldamento più consona all’uso che se ne farà, è altrettanto basilare (quante volte aprendo il rubinetto dell’acqua calda, ci siamo scottati? Ecco questo è uno spreco!) e ci permetterà di ridurre ulteriormente il consumo.

Per la questione del riscaldamento, c’é molto da dire, ma ci limitiamo a tre piccoli consigli:
Fermo restando che la pratica quotidiana di aerare gli ambienti è necessaria e giusta, e va fatta anche d’inverno, in tal periodo consigliamo di aprire balconi e finestre solo nelle ore più calde e di accendere i riscaldamenti, subito dopo e solo ed esclusivamente nelle ore più fredde (una oretta la mattina e magari nelle ore serali più fredde).

Al fine di ridurre eventuali fughe di calore, in autunno controllate bene le guaine degli infissi (meglio se a doppio vetro) verificando che non ci siano spifferi d’aria.

Per enfatizzare al meglio le calorie emanate dal radiatore (metà delle quali si disperdono nella retrostante parete) consigliamo di utilizzare a supporto i pannelli termici in materiale riflettente (sono economici e facilmente reperibili nei negozi di ferramenta). Applicati tra il radiatore e la parete, riescono a riflettere le calorie che in genere vengono assorbite inutilmente dalla parete.

Molto interessante.

Lascia un commento